Priscilla: un caso di bulimia inquadrato secondo il modello Cognitivo Interpersonale
Tonino Cantelmi∗, Maria Beatrice Toro∗∗, Emiliano Lambiase∗∗∗
SCINT – Scuola di specializzazione in psicoterapia Cognitivo Interpersonale


Riassunto
Nel presente lavoro descriviamo un caso clinico (Disturbo Alimentare in una giovane donna con tratti di personalità drammatico-emozionali) inquadrato e trattato secondo l’approccio Cognitivo Interpersonale. La centralità attribuita alla dimensione interpersonale e al ruolo che essa ricopre per la formazione della personalità porta questo approccio a esuberare una valutazione solo relativa alla coerenza interna della mente, per concentrarsi, in modo specifico, sul rapporto del Sé con l’Altro, del paziente con il terapeuta.
Parole chiave
Disturbi alimentari Psicogeni, Cognitivismo Post Razionalista, Terapia Interpersonale, Psicoterapia Cognitivo Interpersonale
Abstract
In this work we describe a case report (Eating disorder in a young woman with dramatic emotional personality traits). She has been treated with Cognitive Interpersonal Psychotherapy. The centrality of interpersonal dimension and the role which interpersonal dimension covers for the formation of personality brings our approach to get beyond an evaluation only related to the coherence inside the mind, in order to specifically concentrate on the relationship between the self and the other, between patient and therapist.

Key words
Eating disorders, Post Rationalist Cognitivism, Interpersonal Therapy, Cognitive-Interpersonal Psychotherapy

SCARICA ARTICOLO COMPLETO