Le domande e i bisogni a cui gli psicologi e gli psicoterapeuti sono chiamati a rispondere mutano rapidamente.
Oggi, ai noti fenomeni di dipendenza da sostanze che conosciamo (droghe, farmaci, alcool), si affiancano “nuove” dipendenze, cosiddette senza sostanze, come le dipendenze affettive, sessuali, da internet, da gioco d’azzardo, alimentari.
Le une e le altre rappresentano un target sempre più rilevante per la pratica clinica, sia per il crescente numero di persone che ne è afflitto, sia per i possibili e preoccupanti effetti che possono produrre sugli individui, i loro familiari e, in molti casi, sull’intero tessuto sociale di riferimento.
Per prevenire e trattare queste ormai diffusissime problematiche occorrono competenze professionali aggiornate, non solo sui fenomeni in sé, ma anche sulle migliori e avanzate strategie di diagnosi e intervento psicoterapeutico, sia nei contesti della psicoterapia individuale, che in quella di gruppo e di comunità.
A livello scientifico, la prossima uscita del DSM-V pone quesiti e dubbi classificatori interessanti, non tutti sciolti, che rendono obsolete le categorizzazioni diagnostiche a cui gli operatori della salute mentale sono abituati.
Il programma del master è stato sviluppato per offrire conoscenze teoriche e competenze pratiche utili per lavorare con persone affette da dipendenze di vario genere.
In particolare il master può essere d’aiuto:
  • nella comprensione delle dipendenze e degli approcci di intervento, incluso l’assessment, il trattamento, la prevenzione della ricaduta, il case management e l’auto aiuto;
  • nello sviluppare e migliorare le tecniche di counseling individuale e di gruppo;
  • nell’esplorare specifici bisogni di individui e gruppi quali donne, giovani, anziani, e persone con altri disturbi in comorbilità.
Il master possiede inoltre delle caratteristiche distintive che lo rendono inedito nel panorama della formazione su questo argomento. Eccone alcune:
  • Una prospettiva socio-culturale e multiculturale
  • Attenzione ai substrati neurobiologici delle dipendenze e alle loro implicazioni farmacologiche
  • Attenzione al rapporto tra dipendenze e personalità
  • Focus aggiuntivo su gay e lesbiche per quanto riguarda le dipendenze sessuali
  • Insegnamento del protocollo Mindfulness based stress reduction (MBSR) da affiancare agli strumenti dell’approccio standard nel trattamento delle dipendenze
La metodologia didattica ha un taglio altamente esperienziale coinvolgendo gli allievi in discussione di casi clinici, simulate, e disponibilità e consegna di materiali diagnostici e terapeutici direttamente utilizzabili con i propri pazienti.
.
.